Cordone ombelicale: cos’è e come funziona.


Cordone ombelicale: cos’è e come funziona.

Il cordone ombelicale è un organo di scambio ematico (tra mamma e feto) è  lungo 50 cm e spesso circa 2 cm, la quantità di sangue in esso contenuto è di circa 100 ml e contiene una grande quantità di cellule staminali, in grado di dare origine a tutti gli elementi del sangue.

Abbiamo parlato recentemente di cordone ombelicale e donazione QUI, ma spesso, tra le neomamme, nascono delle interessanti quanto curiose domande circa questo meraviglioso organo, come per esempio: il cordone ombelicale del bambino è collegato all’ombelico della mamma?

Insieme alla risposta, vediamo esattamente cos’è e come funziona il cordone ombelicale.

Il funicolo ombelicale è l’organo di scambio ematico tra madre e feto, la sua funzione è di sostituire il sacco vitellino nell’apporto di nutrienti al feto. Si forma intorno alla quinta settimana di sviluppo. Si inserisce a livello dell’addome, nel punto in cui, dopo la nascita, ci sarà l’ombelico, ed è costituito dalla cosiddetta GELATINA DI WHARTON (che serve a proteggere e a isolare i vasi ombelicali) e dai vasi che trasportano il sangue e con esso l’ossigeno e le sostanze nutrienti.

Il cordone ombelicale non è collegato direttamente al sistema circolatorio della mamma; lo scambio degli elementi da e verso il sangue materno avviene attraverso la placenta, che li trasferisce, evitando il contatto diretto con il sangue del feto. Un vaso sanguigno porta sangue ossigenato e ricco di nutrienti al bambino e due vasi portano via il sangue deossigenato e impoverito. Un sistema (come tanti altri organi del nostro corpo), praticamente perfetto.

Le dimensioni del cordone ombelicale di un neonato a termine sono generalmente di circa 50 cm di lunghezza e di circa 2 cm di diametro, la quantità di sangue in esso contenuto è di circa 100 ml e contiene una grande quantità di cellule staminali, in grado di dare origine a tutti gli elementi del sangue.

Le cellule staminali del sangue vengono impiegate da molti anni per la cura di malattie quali leucemie, linfomi e alcuni tipi di anemie.

L’ecoflussimetria è un esame eseguito durante la normale ecografia che permette di controllare il passaggio del nutrimento necessario alla crescita del bambino e lo stato della placenta: ossia la regolarità dei flussi del sangue del cordone ombelicale, dalle arterie dell’utero e della placenta stessa, le dimensioni del feto e la quantità del liquido amniotico (la sostanza entro cui galleggia il bimbo durante la vita prenatale).

Il taglio del cordone ombelicale (come già il primo respiro dopo la nascita) trasformano la circolazione sanguigna del neonato: è in questo momento che inizia la doppia circolazione, indispensabile alla vita sulla Terra. A seguito del taglio i vasi ombelicali si trombizzano rapidamente e il moncone del cordone si essicca assumendo un colorito bruno-nerastro. Normalmente il moncone si stacca e cade al massimo dopo una decina di giorni di vita.

Al tuo bimbo dopo quanti giorni è caduto?

.