Il seggiolone: tutto quello che c’è da sapere


Il seggiolone: tutto quello che c’è da sapere

L’oggetto che meglio di tutti simboleggia la crescita del nostro bimbo? Il seggiolone.

Quando un bimbo approda al seggiolone ( solitamente dai sei mesi fino ai 3 anni) inizia infatti a viaggiare verso la prima autonomia: durante i pasti, certo, ma anche nella sua crescita in generale.

Ma c’è di più. Sentite questa curiosità che riguarda proprio il seggiolone.

Una ricerca condotta dall’ Università dell’Iowa sostiene che attorno ai 16 mesi i bimbi siano molto facilitati nell’ apprendere parole quando si trovano in una situazione familiare e divertente come quella del seggiolone. In quel momento, secondo i ricercatori, i piccoli hanno infatti familiarità con l’ambiente, cosa che li aiuta a ricordare e a utilizzare le nozioni. Quindi, se stanno facendo disastri con il cibo sul loro vassoio del seggiolone, portate pazienza: stanno assimilando nozioni!

Curiosità a parte, il seggiolone ha davvero un ruolo importante nello sviluppo dei nostri figli: essendo molto abitudinari i bambini inizieranno immediatamente ad associare il seggiolone al momento della pappa e al momento della giornata in cui tutta la famiglia si riunisce attorno al tavolo. Il piccolo riconosce il seggiolone proprio come un luogo specifico e ne riconosce senza dubbi la sua funzione.

Ecco, qui di seguito, alcune delle principali caratteristiche che il seggiolone dovrebbe avere per garantire sicurezza, tranquillità, praticità e facilità d’utilizzo:

  • Il seggiolone deve essere dotato di cinture di sicurezza e di uno spartigambe che impediscano al bimbo di uscire da qualsiasi lato o scivolare giù;
  • Per adattarsi a tutti i tipi di tavolo il seggiolone dovrebbe essere regolabile in altezza con diverse posizioni;
  • I vassoi di alcuni seggioloni sono rimovibili per poter essere lavati a mano o in lavastoviglie: e visto i disastri che i piccoli combinano con il cibo, non è un dettaglio da poco;
  • Il seggiolone ideale ha lo schienale regolabile in diverse posizioni, per venire incontro alle esigenze del piccolino durante la sua crescita;
  • Altro elemento che garantisce serenità e soprattutto comfort è la pedanetta poggiapiedi che il seggiolone dovrebbe avere per far sentire più comodo il piccolo;
  • Per quanto riguarda la seduta del seggiolone, importante verificare che sia imbottita ( e quindi più comoda), e soprattutto realizzata con un tessuto facilmente lavabile;
  • Il seggiolone ideale è  anche pratico da trasportare: alcuni modelli hanno le rotelle, in modo da poter essere portati in diverse stanze con facilità, ma la cosa più importante è che siano richiudibili con pochi e semplici gesti;

Infine, una nota indispensabile: non lasciate mai i vostri bimbi incustoditi nel seggiolone. Se aveste qualche piccolo mago ( o, meglio ancora, escapologo) Houdini in casa? Non si sa mai…