Igiene del neonato e tralcio del cordone ombelicale: alcuni consigli


Igiene del neonato e tralcio del cordone ombelicale: alcuni consigli

Una volta arrivati a casa per la prima volta con il neonato dopo le dimissioni dalla nursery, tra i tanti interrogativi che assalgono il neogenitore, c'è l'igiene del neonato e il proteggerlo da eventuali infezioni. Come abbiamo già scritto QUI, i pediatri ci ricordano sempre che va bene adottare delle precauzioni, ma il neonato non deve stare in un ambiente sterile.

Il bimbo, è naturalmente dotato dei meccanismi di difesa atti a contrastare i vari microrganismi dell'ambiente intorno a lui. Occorre comunque adottare degli accorgimenti, sopratutto nei momenti nei quali occorre accudirlo, considerando che l'eventuale trasmissione di agenti infettanti, può avvenire tramite le mani, il respiro ed il contatto con corpi estranei con la pelle o le mucose del bimbo.

Ecco qui di seguito, un breve elenco:

- lavarsi accuratamente le mani;

- utilizzare una mascherina sterile (naso-bocca), nel caso di infezione alle vie respiratorie del genitore o altra persona che debba accudire il neonato;

- protezione del tralcio del cordone ombelicale, per impedirne la contaminazione e susseguenti infezioni.

A proposito della pulizia del tralcio del cordone ombelicale..

Nei giorni successivi alle dimissioni del bimbo dalla nursery, occorre prestare particolare attenzione alla cura del tralcio del cordone ombelicale. È importante detergerlo per bene e proteggerlo da fonti di infezione. Un corretto essiccamento del tralcio, faciliterà la giusta caduta.

Il tempo di caduta (o distacco), varia a seconda di alcuni parametri quali l'umidità e la temperatura.
Se le condizioni ambientali lo permettono, è ideale esporlo all'aria, proteggendolo esclusivamente con una garza sterile protettiva.

Spesso, è consigliato l'uso dell'alcool etilico a basso volume (60°-70°), che garantisce una sufficiente azione antisettica e inoltre, anche un'azione essiccante, che di fatto velocizza i tempi della caduta.

Tra i vari metodi consigliati dalle nursery, per la cura del tralcio del cordone ombelicale, c'è anche l'uso dello zucchero salicilato.

Trascorsi 15-20gg., senza che la caduta sia ancora avvenuta o in presenza di eventuali infezioni, è consigliabile rivolgersi al personale medico specializzato.

 

 

(Fonte Ministero della Salute)

C'è 1 comment

Add yours